• Più grande dimensione del testogrande dimensione del testodimensione regolare del testo

Il sonno, o la sua mancanza, è probabilmente l’aspetto più discusso della cura del bambino. Poiché i nuovi genitori sono pronti a imparare, la qualità e la quantità del sonno di un bambino influenzano il benessere di tutta la famiglia.

Così come si fa a ottenere il vostro bambino ad andare a letto e rimanere lì? Come si dovrebbe rispondere quando il bambino si sveglia a mezzanotte? E quanto i bambini hanno bisogno di dormire?

Quanto sonno è sufficiente?

Le esigenze di sonno variano a seconda dell’età del bambino. Ma le regole generali su quante ore di sonno ha bisogno di un bambino o di 2 anni potrebbero non aiutarti quando si tratta di tuo figlio. Queste cifre sono solo medie per grandi gruppi di bambini di età particolare.

Non esiste una quantità magica di ore di cui ogni bambino in una particolare fascia di età ha bisogno. Tuttavia, il sonno è molto importante per il benessere di tutti i bambini. La relazione tra mancanza di sonno e comportamento del bambino non è sempre evidente. Quando gli adulti sono stanchi, possono essere irritabili e / o avere una mancanza di energia. Ma i bambini possono diventare iperattivi, ostili e avere cambiamenti di comportamento estremi.

Ecco alcune cifre approssimative per ore di sonno per età, insieme a suggerimenti per far sì che i bambini vadano a letto la notte e dormano.

Bambini (fino a 6 mesi di età)

Gli orologi interni dei neonati non sono ancora completamente sviluppati. Possono dormire fino a 18 ore in ogni periodo di 24 ore, approssimativamente equamente diviso tra giorno e notte. I genitori dovrebbero svegliare i loro neonati per dar loro da mangiare se dormono più di 4 ore di fila fino a quando il loro aumento di peso si stabilizza, cosa che di solito accade prima della fine delle prime due settimane di vita. Da quel momento in poi, va bene se un bambino dorme per periodi di tempo più lunghi.

Dopo le prime due settimane, i bambini possono dormire fino a 4 o 5 ore alla volta – questa è la quantità approssimativa di tempo che i loro piccoli stomaci possono sopportare senza nutrirsi. Se i bambini dormono a lungo spesso di notte, molto probabilmente vorranno allattare o imbottigliare più spesso durante il giorno.

Proprio quando i genitori pensano che dormire tutta la notte in una volta sembra un sonno irraggiungibile, il loro bambino di solito inizia a dormire più a lungo spesso di notte. Entro 3 mesi, un bambino medio dorme circa 14 ore in totale, con 8-9 ore di sonno durante la notte (di solito con solo una o due interruzioni) e prende due o tre sonnellini nelle ore diurne.

È importante sapere che i bambini possono piangere e fare tutti i tipi di rumori durante il sonno leggero. Anche se si svegliano di notte, possono trascorrere solo pochi minuti svegli prima di tornare a dormire da soli.

Se un bambino di età inferiore a 6 mesi continua a piangere, dovresti vederlo o lei. Il bambino potrebbe essere molto a disagio: affamato, bagnato, freddo o addirittura malato. Mantenere il bambino cambiare e alimentazione routine più veloce e silenzioso possibile. Non dargli alcun incoraggiamento inutile, come parlare con lui, giocare con lui, accendere la luce o utilizzare un dispositivo mobile illuminato mentre aspetti che si addormenti di nuovo. Incoraggiare l’idea che la notte è per dormire. Sta a te insegnare loro perché a tuo figlio non importa che ora sia, purché i loro bisogni siano soddisfatti.

È meglio lasciare il bambino nella culla prima che si addormenti. E non è troppo presto per stabilire una semplice routine di andare a dormire di notte. Qualsiasi attività rilassante (fare il bagno, leggere una storia o cantare) eseguita ogni sera nello stesso ordine ogni notte può essere parte della routine. Il tuo bambino assocerà queste attività con l’ora di andare a dormire e aiuterà lui o lei a calmarsi.

L’obiettivo è che il bambino sappia come addormentarsi da solo e imparare a calmarsi e tornare a dormire da solo se si sveglia a mezzanotte.

Neonati da 6 a 12 mesi

A 6 mesi, i neonati hanno ancora bisogno di una media di circa 14 ore di sonno in ogni periodo di 24 ore, con due o tre sonnellini nelle ore diurne, della durata di 30 minuti a 2 ore ciascuno. Alcuni bambini, specialmente i bambini allattati al seno, possono ancora svegliarsi di notte. Ma la maggior parte dei bambini non ha bisogno di nutrirsi a mezzanotte.

Se il tuo bambino si sveglia a mezzanotte e pensi che non sia perché ha fame, aspetta qualche minuto prima di andare a trovarlo. A volte, i bambini hanno bisogno solo di pochi minuti per calmarsi e addormentarsi di nuovo. Coloro che non riescono a calmarsi dovrebbero essere rassicurati senza essere portati fuori dalla culla o portati in braccio (dolcemente parlati, accarezzati o strofinati sulla schiena) e poi lasciati a dormire da soli, a meno che non siano malati. I bambini malati devono essere tenuti e curati. Se il tuo bambino non sembra malato e continua a piangere, puoi aspettare ancora un po ‘ e poi ripetere la breve visita alla tua culla.

Tra i 6 e i 12 mesi di età, l’ansia da separazione, una normale fase di sviluppo, entra in gioco. Ma le regole su come reagire ai risvegli notturni del tuo bambino rimarranno le stesse fino a quando il tuo bambino avrà un anno: cerca di non portarlo fuori dalla culla, accendere la luce, cantare, parlare con lui, giocare con lui o dargli da mangiare. Tutte queste attività non consentono al bambino di imparare ad addormentarsi da solo e favorire i risvegli notturni.

Bambini da 1 a 3 anni

La maggior parte dei bambini da 1 a 3 anni dorme da 12 a 14 ore in ogni periodo di 24 ore. L’ansia da separazione, o la semplice voglia di rimanere svegli con mamma e papà (e non perdere nulla), può motivare un bambino a rimanere sveglio la notte. E lo stesso può farlo proprio stile di bambini di questa età per opporsi ai loro genitori.

È importante impostare orari regolari per il pisolino e per andare a dormire la notte. I genitori a volte pensano che mantenere i loro figli fino a tardi li renderà più stanchi e più addormentati prima di coricarsi. Ma può essere difficile per i bambini addormentarsi quando sono troppo stanchi. Anche se la maggior parte dei bambini di questa età prendere 1 a 3 sonnellini al giorno, non si dovrebbe costringere il bambino a pisolino. Ma pianifica un periodo di tempo per rilassarsi e riposare, anche se tuo figlio preferisce non dormire.

Stabilire una routine di andare a dormire aiuta i bambini a rilassarsi e prepararsi per il sonno. Per un bambino da 1 a 3 anni, la routine può durare da 5 a 30 minuti e includere attività rilassanti, come leggere una storia, fare il bagno o ascoltare musica soft.

Non importa quale sia il tuo rituale notturno, molto probabilmente tuo figlio insisterà sul fatto che sia lo stesso ogni notte. Ma non lasciare che il rituale diventi troppo lungo o troppo complicato. Per quanto possibile, consenti al tuo bambino di scegliere alcune alternative all’interno della routine: quale pigiama indossare, quale animale imbalsamato portare a letto, quale musica ascoltare. Queste decisioni daranno al tuo piccolo un certo senso di controllo.

Anche i bambini che dormono meglio possono svegliarsi e chiamare i loro genitori di notte. Dentizione e sogni possono svegliare i bambini di questa età. I sogni attivi iniziano in questa fase e possono essere molto spaventosi per questi bambini piccoli. Scegli con cura libri o storie da leggere a tuo figlio prima di andare a dormire e scegli contenuti piacevoli. Gli incubi spaventano molto i bambini di questa età, che ancora non sanno come distinguere tra realtà e finzione.

Conforta e rassicura il tuo bambino abbracciandolo quando un incubo lo sveglia. Lascia che parli del sogno se vuole e rimanga al suo fianco finché non si calma. Quindi incoraggialo a tornare a dormire il prima possibile.

Il tempo trascorso davanti agli schermi (come schermi televisivi o tablet) può disturbare il sonno dei bambini. Ecco perché gli esperti di salute raccomandano:

  • limita il tempo dello schermo
  • i bambini di età compresa tra 1 e 3 anni non vedono più i dispositivi dello schermo un’ora prima di andare a letto
  • i bambini non hanno dispositivi dello schermo nelle loro camere da letto

Bambini in età prescolare (3-5 anni)

Bambini in età prescolare dormono da 10 a 13 ore di notte. I bambini che dormono abbastanza di notte potrebbero non aver bisogno di dormire durante il giorno. In questi casi, il pisolino può essere sostituito da un periodo di tranquillità e riposo nel pomeriggio.

La maggior parte degli asili nido e degli asili nido prevede brevi periodi in cui i bambini giacciono su stuoie o riposano in altri modi. Quando un bambino smette di sonnecchiare, la sua ora di andare a dormire di notte può essere precedente alla fase precedente.

Scolari e preadolescenti

I bambini in età scolare hanno bisogno di 9-12 ore di sonno notturno. I problemi di andare a letto possono iniziare a questa età per una serie di motivi. Compiti a casa, attività sportive ed extrascolastiche, tempo sullo schermo (come televisione, computer, smartphone e altri dispositivi) e orari familiari caotici possono contribuire a far sì che i bambini non dormano abbastanza.

La mancanza di sonno può rendere i bambini irritabili o iperattivi e impedire loro di prestare attenzione in classe.

È ancora importante avere un programma regolare di andare a dormire, specialmente nei giorni di scuola. Lascia che il tuo bambino abbia abbastanza tempo senza tecnologia prima di andare a dormire per dargli il tempo di disconnettersi prima di spegnere la luce. Considera di spegnere tutti i dispositivi elettronici almeno un’ora prima di andare a dormire e non lasciare che tuo figlio abbia schermi nella loro camera da letto.

Adolescenti

Gli adolescenti hanno bisogno di 8 a 10 ore di sonno durante la notte, ma molti non lo fanno. Poiché le scuole iniziano così presto, così come il sovraccarico di compiti scolastici, compiti a casa, amicizie, social media e attività dopo la scuola, molti adolescenti hanno una mancanza cronica o un deficit di sonno.

E la mancanza di sonno si accumula nel tempo, quindi un’ora in meno di sonno durante la notte ogni giorno equivale a un’intera notte senza sonno alla fine della settimana. Tra le altre cose, la mancanza di sonno può portare a:

  • essere meno attenti
  • incoerente e prestazioni
  • una riduzione della memoria a breve termine
  • un aumento del tempo di risposta

Tutto questo può portare a cattivo carattere, i problemi della scuola (sia in ambito accademico e insegnanti, con i compagni di classe), l’uso di stimolanti, come la caffeina o bevande energetiche a sentire più sveglio, e gli incidenti hanno un maggiore tempo di risposta, o il “addormentarsi al volante” .

Anche gli adolescenti sperimentano un cambiamento nei loro schemi di sonno: i loro corpi vogliono stare svegli più a lungo di notte, il che spesso li induce a cercare di compensare il sonno perso nei fine settimana. Ma queste irregolarità nei loro programmi di sonno possono rendere andare a letto in un momento ragionevole durante la settimana ancora più difficile per loro.

Sarebbe meglio per un adolescente andare a letto ogni sera alla stessa ora e alzarsi alla stessa ora ogni mattina, dormendo un minimo di 9 ore al giorno.

Routine di andare a dormire

Indipendentemente dall’età del bambino, stabilire una buona routine di andare a dormire che promuove buone abitudini di sonno. I seguenti suggerimenti possono aiutare i bambini a dormire bene:

  • Impostare un andare a dormire e avere il vostro bambino seguirlo, dando mezz’ora e 10 minuti di preavviso due volte.
  • Includi un periodo di rilassamento nella tua routine.
  • Se il vostro bambino è più grande o un adolescente, incoraggiarlo a seguire e mantenere un andare a dormire che gli permette di ottenere la quantità di sonno necessaria per la sua età.
Recensito da: Elana Pearl Ben-Joseph, MD
Data recensito: giugno 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.