I ricercatori dell’Università della California, Los Angeles, hanno scoperto che le persone scambiano il falso per una risata genuina un terzo delle volte, il che è probabilmente una stima bassa in quanto la finta risata che i soggetti hanno ascoltato nell’esperimento non è stata prodotta in situazioni sociali naturali. Mentre ridere a comando è raramente convincente (pensa alle tracce di risata della sitcom), “la tua persona media è abbastanza brava a ridere in certe circostanze”, ha detto l’autore principale dello studio, Greg Bryant, uno psicologo cognitivo che studia la vocalizzazione e l’interpretazione della risata. “È come quando la gente dice: ‘Non sono un buon bugiardo’, ma tutti sono un buon bugiardo se devono esserlo.”

Quindi potresti non essere divertente come pensi di essere. Gli studi dimostrano che gli uomini tendono ad essere meno abili rispetto alle donne a discernere falso da risate genuine. La letteratura scientifica suggerisce che le persone in posizioni di potere sono ancora peggiori, forse perché vivono nella loro camera di eco di risate ingrazianti. Quelli con autismo e Asperger sono un altro gruppo che ha difficoltà a dire la differenza tra divertimento reale e finto.

Il Dott. Scott, che fa stand-up comedy quando non è impegnato nelle sue attività accademiche, ha detto che iniziamo a imparare a fingere di ridere e giudicare l’autenticità delle risate altrui nella prima infanzia. È in gran parte un’abilità subconscia e miglioriamo sempre di più fino a quando non siamo nei nostri 30 anni, quando sembra esserci un livellamento, che, ha detto, è coerente con la traiettoria dell’intelligenza emotiva.

Le risate genuine, le vere eruzioni di gioia, sono generate da diversi percorsi neurali e dalla muscolatura rispetto alle cosiddette risate volitive. Contrasto il suono della risata pancia impotente di qualcuno in risposta a qualcosa di veramente divertente per un più gutturale “ah-ha-ha,” che potrebbe significare accordo o un nasale “eh-heh-heh” quando qualcuno potrebbe sentirsi a disagio. “Una risata finta viene prodotta più dalle aree utilizzate per la parola, quindi ha suoni vocali”, ha detto il Dr. Bryant.

C’è anche una grande differenza nel modo in cui ti senti dopo una risata genuina. Produce una leggera euforia grazie alle endorfine rilasciate nel sistema, che la ricerca indica aumenta la nostra tolleranza al dolore. La risata finta non ha lo stesso risultato di benessere. In effetti, probabilmente ti senti un po ‘ svuotato dal dover fingere. Ricorda il tuo peggior appuntamento al buio.

Ecco perché i ricercatori di risate e gli esperti di salute mentale raccomandano di diventare più consapevoli di quando e perché ridi. Mentre la risata educata è gentile e gentile in molte circostanze, è controproducente in situazioni in cui le persone sono inappropriate o offensive e ti screditano se ridi di routine quando non lo dici sul serio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.