Fortier. “L’elefante e la balena.”English

Home Page

Louisiana Anthology

Alcée Fortier.
” I. L’elefante e la balena.” Inglese.

Un giorno Compair Lapin e Compair Bouki stavano andando in un viaggio insieme. Compair Lapin portava spesso con sé Bouki per prenderlo in giro e per ascoltare tutte le notizie che Bouki conosceva. Quando giunsero in riva al mare, videro qualcosa di molto strano, e che li stupì così tanto che si fermarono a guardare e ad ascoltare. Era un elefante e una balena che stavano conversando insieme.

“Vedi,” disse Bouki, “sono le due bestie più grandi del mondo e le più forti di tutti gli animali.”

“Silenzio”, disse Lapin, ” avviciniamoci e ascoltiamo. Voglio sentire cosa dicono.”

L’elefante disse alla balena: “Commère Baleine, poiché tu sei il più grande e il più forte nel mare, e io sono il più grande e il più forte sulla terra, dobbiamo governare su tutte le bestie; e tutti quelli che si ribelleranno contro di noi li uccideremo, tu senti, commère.”

” Sì, compair; mantieni la terra e io terrò il mare.”

“Senti,” disse Bouki, ” lasciaci andare, perché sarà male per noi se sentiranno che stiamo ascoltando la loro conversazione.”

” Oh! Non mi interessa”, disse Lapin; ” Sono più furbo di loro; vedrai come li sistemerò.”

“No,” disse Bouki, ” Ho paura, devo andare.”

” Bene, vai, se sei così buono a nulla e codardo; vai in fretta, sono stanco di te; sei troppo sciocco.”

Compair Lapin andò a prendere una corda molto lunga e forte, poi prese il suo tamburo e lo nascose nell’erba. Prese un’estremità della corda e andò dall’elefante: “Signore, tu che sei così buono e così forte. Vorrei che mi rendeste un servizio; mi liberereste da un grande problema e mi impedireste di perdere i miei soldi.”

L’elefante fu felice di sentire un così bel complimento, e disse: “Compair, farò per te tutto quello che vuoi. Sono sempre pronto ad aiutare i miei amici.”

” Bene, “disse Lapin,” ho una mucca che è bloccata nel fango sulla costa; sai che non sono abbastanza forte da tirarla fuori; vengo per te per aiutarmi. Prendi questa corda nel bagagliaio. Lo legherò alla mucca, e quando mi sentirai battere il tamburo, tira forte la corda. Te lo dico perché la mucca è bloccata nel fango.”

“Va bene,” disse l’elefante. “Ti garantisco che tirerò fuori la mucca, o la corda si spezzerà.”

Compair Lapin prese l’altra estremità della corda e corse verso il mare. Ha fatto un bel complimento alla balena e le ha chiesto di rendergli lo stesso servizio sulla mucca, che era bloccata in un bayou nel bosco. La bocca di Compair Lapin era così mielosa che nessuno poteva rifiutargli nulla. La balena afferrò la corda e disse: “Quando sentirò il tamburo battere, tirerò.”

” Sì, “disse Lapin,” inizia a tirare delicatamente, e poi sempre di più.”

” Non devi aver paura, “disse la balena;” Tirerò fuori la mucca, anche se djabewere tenendola.”

” Che è buono, “ha detto Lapin;” stiamo andando a ridere.”E ha battuto il suo tamburo.

L’elefante cominciò a tirare così forte che la corda era come una barra di ferro. La balena, dalla sua parte, stava tirando e tirando, eppure si stava avvicinando alla terra, poiché non era così ben posizionata per tirare come l’elefante. Quando vide che stava montando sulla terra, batté furiosamente la coda e si tuffò a capofitto nel mare. Lo shock fu così grande che l’elefante fu trascinato in mare. “Che cosa, ha detto, che cosa è il problema? quella mucca deve essere meravigliosamente forte per trascinarmi così. Lasciami inginocchiare con i piedi anteriori nel fango.”Poi girò la corda intorno al suo tronco in modo tale che tirò di nuovo la balena sulla riva. Era molto stupito di vedere il suo amico la balena. “Qual è il problema”, disse. “Pensavo che fosse la mucca di Compair Lapin che stavo tirando.”

” Lapin mi ha detto la stessa cosa. Credo che ci stia prendendo in giro.”

“Deve pagare per questo”, disse l’elefante. “Gli proibisco di mangiare un filo d’erba sulla terra perché ha riso di noi.”

” E non gli permetterò di bere una goccia d’acqua nel mare. Dobbiamo vegliare per lui, e il primo che lo vede non deve mancare.”

Compair Lapin disse a Bouki: “Sta diventando caldo per noi; è ora di partire.”

“Vedi,” disse Bouki, ” ci metti sempre nei guai.”

” Oh! taci, non ho ancora finito con loro; vedrai come li risolverò.”

Andarono per la loro strada e dopo un po ‘ si separarono. Quando Compair Lapin arrivò nel bosco, trovò un piccolo cervo morto. I cani lo avevano morso in modo che i capelli gli fossero caduti dalla pelle in molti punti. Lapin si tolse la pelle del cervo e la mise sulla schiena. Sembrava esattamente un cervo ferito. Passò zoppicando dall’elefante, che gli disse: “Povero piccolo cervo, quanto sei malato.”

” Oh! sì, sto soffrendo molto; vedete che è Compair Lapin che mi ha avvelenato e ha messo la sua maledizione su di me, perché volevo impedirgli di mangiare erba, come mi avevi ordinato. Stia attento, signor Elefante, Compair Lapin ha fatto un patto con djabe; sarà duro con lei, se non si prende cura di lei.”

L’elefante era molto spaventato. Disse: “Piccolo cervo, dirai a Compair Lapin che sono il suo migliore amico; lascia che mangi tutta l’erba che vuole e presentagli i miei complimenti.”

Il cervo incontrò poco dopo la balena nel mare. “Ma povero piccolo cervo, perché zoppichi così; sembri molto malato.”

” Oh! sì, è Compair Lapin che l’ha fatto. Stammi bene, Commère Baleine.”Anche la balena era spaventata e disse:” Non voglio avere nulla a che fare con djabe; per favore dì a Compair Lapin di bere tutta l’acqua che vuole.”

Il cervo andò per la sua strada, e quando incontrò Compair Bouki si tolse la pelle del cervo e disse: “Vedi che sono più astuto di tutti loro, e che posso prenderli in giro tutto il tempo. Dove passerò un altro sarà catturato.”

” Hai davvero ragione”, disse Compair Bouki.

Note

  1. Compair Lapin. Fratello Coniglio.
  2. Compair Bouki.Fratello Iena.
  3. Commère Baleine.Gossip Whale.
  4. Djabe. Abbiamo cambiato il testo di nuovo al creolo ” Djabe. Fortier ha tradotto la parola come “diavolo”; la parola “djab “deriva infatti dalla parola francese” diable ” (diavolo), ma l’idea alla base del djab non è correlata al diavolo nel senso cristiano della parola. Invece, è uno spirito voodoo legato alla terra, uno spirito che può essere associato a un individuo. Sono così come i Djinns (geni) dell’Islam. Il djab può eseguire vari compiti, tra cui il drenaggio della vita dalla vittima. Durante la rivoluzione haziana, furono pubblicamente accreditati per proteggere i rivoluzionari. Sono ancora in una componente importante del Vodou haitiano tra i bokors che li evocano. Questo djab si presenta come Papa Ghede o Baron Samedi. (Un ringraziamento speciale a Denise Alvarado per aver aiutato con la nota.)

A cura di:

  1. Il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Magee
  2. Devin Osbourn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.