Faustin-Élie Soulouque

Faustin-Élie Soulouque, Soulouque anche scritto Solouque, noto anche come Faustin I, (nato nel 1782?, Petit-Goâve, Haiti-morto agosto. 6, 1867), schiavo haitiano, presidente e più tardi imperatore di Haiti, che rappresentava la maggioranza nera del paese contro l’élite mulatta.

Soulouque nacque schiavo mentre Haiti era ancora sotto il dominio francese. Partecipò a una rivolta di successo nel 1803 che espulse i francesi e rimase nell’esercito della nuova nazione. Nel 1847 fu nominato presidente, con il sostegno di un gruppo di leader mulatti che pensavano che sarebbe stato un capo fantoccio adatto. Nel 1849, tuttavia, li spodestò e creò un suo seguito. Adottò il titolo di imperatore e governò come Faustin I.

Soulouque fece diversi tentativi infruttuosi di conquistare la vicina Repubblica Dominicana; in un’occasione gli Stati Uniti, la Francia e la Gran Bretagna agirono di concerto per spingerlo a desistere. Nel 1859 i mulatti si radunarono sotto il capo dello stato maggiore generale e lo deposero. Soulouque fuggì e andò in esilio, dove morì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.