Elena Cornaro Piscopia: 9 cose da sapere sulla prima dottoranda donna

Oggi è il 373 ° compleanno di Elena Cornaro Piscopia filosofa, teologa italiana con il 5 giugno 2019. Nel 1678, Elena Cornaro Piscopia, conosciuta anche come Helen Cornaro, divenne la prima donna al mondo a conseguire un dottorato di ricerca, all’età di 32 anni.

9 cose importanti su Elena Cornaro Piscopia che dovresti sapere

1. Nata il 5 giugno 1646 a Venezia da un nobile e dalla sua amante, Elena Cornaro Piscopia iniziò i suoi studi di latino e greco sotto insigni istruttori e perfezionò le sue abilità in queste lingue. Quando Elena aveva sette anni, i suoi genitori avevano riconosciuto il suo talento.

2. Ha anche imparato l’ebraico, spagnolo, francese e arabo, mentre studiava il clavicembalo, clavicordo, arpa e violino. È diventata anche una musicista esperta.

3. Elena in seguito studiò matematica e astronomia, ma il suo più grande interesse era la filosofia e la teologia. Nel 1672 si iscrisse all’Università di Padova dopo essere diventata presidente della società veneziana Accademia dei Pacifici.

4. Nel 1669, tradusse il Colloquio di Cristo’ dallo spagnolo all’italiano. Il vescovo di Padova, quando seppe che Elena stava perseguendo una laurea in teologia, rifiutò di assegnarle un dottorato di ricerca perché era una donna.

5. Lottando attraverso questa fase, ha fatto domanda per un Dottorato di Filosofia con il sostegno di suo padre.

6. Nel 1678, l’esame orale di Elena Cornaro Piscopia suscitò così tanto interesse che la cerimonia fu organizzata nel Duomo di Padova anziché nell’università per accogliere un pubblico che comprendeva professori, studenti, senatori e invitati provenienti da Università di tutta Italia.

7. Parlando in latino, Elena Cornaro Piscopia ha spiegato passaggi difficili scelti casualmente dagli scritti di Aristotele. La sua eloquenza ha impressionato molto la commissione dopo di che hanno espresso la loro approvazione viva voce piuttosto che a scrutinio segreto.

8. Elena è stata presentata con la tradizionale corona d’alloro, il mantello d’ermellino, l’anello d’oro e il libro di filosofia, dopo il successo dell’intervista al duomo di Padova.

9. Morì a causa di cattive condizioni di salute e l’ampio lavoro caritatevole, le rigorose penitenze che eseguiva e la sua estrema dedizione ai suoi studi presero il loro pedaggio sulla sua debole condizione fisica.

Leggi: Il fisico premio Nobel Murray Gell-Mann muore a 89 anni: Conosci lo scopritore delle particelle subatomiche e della teoria dei quark

Leggi: Google Doodle onora Lucy Wills, la donna che ha scoperto l’acido folico dopo aver studiato le lavoratrici tessili indiane incinte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.