Dr. Joel Kahn: Guarda i potenti vantaggi per la salute di una dieta vegana

Lo scrittore di colonne di salute due volte al mese è un cardiologo praticante, professore clinico presso la Wayne State University School of Medicine e fondatore del Kahn Center for Cardiac Longevity Egli è un autore ed è apparso sulla TV nazionale, tra cui “Dr. Oz” e ” The Doctors Show.”

Del Dott. Joel Kahn

Ho seguito una dieta a base vegetale (senza uova, carni, latticini) dal 1977, quando il salad bar al mio dormitorio della University of Michigan era l’unica scelta che sembrava commestibile. Ha funzionato bene per la mia carriera di cardiologia, in quanto è l’unica dieta mai dimostrato di invertire la malattia di cuore.

Una preoccupazione che sento dai pazienti è “il mio medico non è di supporto.”Per aiutarti a navigare in questa scelta a gennaio (aka “Veganuary”), ecco cinque vantaggi delle diete a base vegetale da un recente articolo di ricerca medica che affronta anche cinque preoccupazioni comuni.


(Foto: )

Cinque benefici

1) Riduzione dell’obesità: “Una dieta vegana ha causato più calorie bruciate dopo i pasti in contrasto con le diete non vegane. … Le diete vegetariane sono nutrienti e possono essere raccomandate per la gestione del peso senza compromettere la qualità della dieta. … Una dieta a base vegetale sembra essere un approccio ragionevole per la prevenzione dell’obesità nei bambini. … “I modelli dietetici a base vegetale dovrebbero essere incoraggiati per una salute ottimale.”Tutte sono affermazioni sostenute dalla ricerca scientifica.

2) Prevenzione e controllo del diabete: “Una dieta a basso contenuto di grassi e a base vegetale senza carne o con poca carne può aiutare a prevenire e curare il diabete. … Le persone con dieta vegana a basso contenuto di grassi sono state in grado di ridurre i loro farmaci.”

3) Pressione sanguigna: così tanti soffrono di ipertensione, ma ” le diete vegetariane erano associate a una pressione sanguigna sistolica più bassa e ad una pressione diastolica più bassa.”

4) Malattie cardiache: I dati più forti per i benefici per la salute coinvolgono problemi cardiaci. I ricercatori hanno esaminato i dati, tra cui la scoperta che ci sono miglioramenti di “anche grave aterosclerosi coronarica dopo un solo anno” di PBD. In un altro gruppo di studio, “i vegetariani hanno avuto una riduzione del 24% dei tassi di mortalità per cardiopatia ischemica rispetto ai non vegetariani” a un potente vantaggio da considerare.

5) Longevità: Un comitato consultivo delle linee guida dietetiche presso il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti osserva che ” le diete a base vegetale sono state associate a un rischio ridotto di malattie cardiovascolari e mortalità rispetto alle diete non vegetali.”

Cinque preoccupazioni

1) Carenza di proteine: “Generalmente, i pazienti con una dieta a base vegetale non sono a rischio di carenza proteica. … Una dieta a base vegetale ben bilanciata fornirà quantità adeguate di aminoacidi essenziali e preverrà la carenza di proteine.”


Il Dr. Joel Kahn ha iniziato una dieta vegana come studente dell’Università del Michigan.

2) Rischio di anemia: le riserve di ferro possono essere inferiori, tuttavia l’American Dietetic Association afferma: “L’anemia da carenza di ferro è rara anche negli individui che seguono una dieta a base vegetale.”

3) Vitamina B12 preoccupazione: Questa vitamina è prodotta da batteri, non da piante o animali. È vero che ” gli individui che seguono una dieta a base vegetale che non include prodotti animali possono essere vulnerabili alla carenza di B12 e devono integrare la loro dieta con vitamina B12.”Quindi prendine un po’.

4) Calcio e vitamina D: le fonti vegetali ad alto contenuto di calcio includono verdure e tofu. La vitamina D è nel latte di soia e cereali. “Gli integratori sono raccomandati per coloro che sono a rischio per la bassa densità minerale ossea e per quelli trovati carenti di vitamina D.” Chiedi un esame del sangue che misura il tuo livello di vitamina D-25OH.

5) Omega-3: Una dieta vegetale può avere maggiori probabilità di essere carente di acidi grassi omega-3. “Gli alimenti che sono buone fonti di grassi n-3 dovrebbero essere enfatizzati. Includono semi di lino macinati, semi di chia, noci e olio di colza.”Gli esami del sangue che misurano i livelli di omega-3 sono disponibili e non costosi.

L’articolo della rivista dice: “Alcuni dei benefici di a sono la possibilità di ridurre il numero di farmaci che assumono per trattare una varietà di condizioni croniche, ridurre il peso corporeo, ridurre il rischio di cancro e una riduzione del rischio di morte per cardiopatia ischemica.”

Inizia semplicemente mangiando più mele, arance, insalate, zuppe di fagioli e lenticchie e cereali integrali come riso integrale. Nelle restanti settimane di questo mese, partecipa a una sfida “Veganuary”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.