Allergie stagionali e acqua potabile

Mentre l’inverno si scioglie in primavera, fioriture, fiori e altre bellezze botaniche tornano nelle nostre vite (e nei nostri nasi). Con tutta la generosità che la primavera ha da offrire, spesso è accompagnata da un effetto collaterale meno desiderabile–allergie stagionali.

La gravità dell’allergia può variare da leggermente fastidiosa a gravemente paralizzante. Siamo tutti d’accordo che nessuno vuole trascorrere la loro primavera starnuti.

Insorgenza da una varietà di cause–da fattori ambientali (come il polline) agli allergeni alimentari (come le noci)-molte allergie sono croniche e incurabili. Ciò significa che la gestione delle allergie è fondamentale per evitare reazioni corporee potenzialmente gravi.

Ci sono molte opzioni di allergia-gestione sul mercato, ma un modo semplice e sorprendente per gestire la gravità della reazione allergica può essere trovato al vostro rubinetto. Nella nostra nuova guida alle allergie stagionali, spiegheremo come l’acqua potabile può aiutare a gestire i sintomi primaverili.

Che cosa sono le allergie?

Le allergie si verificano quando il sistema immunitario del corpo reagisce a una sostanza normalmente innocua nota come allergene. Queste reazioni-come sniffling e starnuti-sono stimolati come il sistema produce anticorpi e istamina.

L’istamina è un composto azotato organico che aiuta a regolare le funzioni fisiologiche nell’intestino, oltre a fungere da neurotrasmettitore e, forse, in particolare, come risposta immunitaria. I sintomi di livelli elevati di istamina che causano una reazione allergica includono:

  • Naso congestionato, che cola o prurito
  • Occhi rossi, pruriginosi o lacrimosi
  • Orticaria
  • Starnuti
  • Nausea
  • Mal di testa
  • Mentre gli antistaminici da banco sono prontamente disponibili, gestire il livello di idratazione è un passo essenziale si può prendere per limitare la gravità della reazione.

    Non solo la disidratazione sopprime il sistema immunitario (rendendoti più suscettibile agli allergeni), l’istamina viene prodotta a un ritmo maggiore durante i periodi di disidratazione. Ciò è dovuto al fatto che i livelli di istamina aumentano per aiutare a trattenere l’acqua. Anche se l’acqua potabile non previene né tratta una reazione allergica, evitando la disidratazione aiuterà a mantenere i normali livelli di istamina.

    Rimanere sufficientemente idratati consentirà alle istamine di concentrarsi sulla lotta contro gli allergeni, piuttosto che combattere per trattenere l’acqua.

    L’Istituto di Medicina (IOM) suggerisce che 3,7 litri e 2,7 litri sono l’assunzione minima per cibo e bevande combinati per uomini e donne, rispettivamente. Per ulteriori suggerimenti e fatti su idratazione e, dare un’occhiata alla nostra guida qui.

    Questo ci porta alla nostra prossima domanda: Con tutti i diversi tipi di acqua sul mercato (dall’acqua alcalina all’acqua infusa con elettroliti), qual è l’acqua “migliore” per mantenerti idratato e tenere a bada le allergie?

    In generale, le acque funzionali fantasiose non ti danneggeranno–ma le loro pretese di poteri di super-idratazione spesso cadono piatte (dai un’occhiata alla nostra Guida all’acqua funzionale per uno sguardo approfondito a queste tendenze moda dell’acqua!) Mentre ci sono delle eccezioni, ti consigliamo di tenere l’acqua del rubinetto (testata), poiché costerà molto meno al tuo portafoglio e all’ambiente.

    Per ulteriori domande sull’acqua potabile, inviaci un messaggio a [email protected] team di chimici, ingegneri ed esperti di trattamento sono sempre in attesa!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.